UNA POESIA DI LUCIANO CECCHINEL per l’ALBERO DELLA POESIA


Al pez mael

 

al pez mael

su la còsta del bosc

tel stornir mataran

de la vèrta ‘l se cata

de òlta in tra mèd i vestì

tèndri de le zaresère

 

cusì dret, scur

al par an vècio intabarà

restà  par sbaljo

in tra mèz tante tosatèle

lidiére de recami

de vènt e de parfun

 

fursi ‘l se sènt

tel so èser ancora lu,

an putinòt fòra stajon,

gnanca pi bon de far tremar

ma solche de far rider

cor cévedi de fior

il pino solitario / sul crinale del bosco / nel frastornamento pazzerello / della primavera si trova / improvvisamente in  mezzo ai vestiti / teneri delle piante di ciliegio / così diritto, scuro / sembra un vecchio intabarrato / rimasto per errore / in mezzo a tante bambine / leggere di ricami / di vento e profumo // forse si sente / nel suo ancora essere se stesso / un fantoccio fuori stagione, / neanche più capace di far tremare / ma solo di far ridere / cuori tiepidi di fiori

Ma come si fa a scrivere una poesia così intimamente delicata? Così desolatamente disperata ma così esplosivamente poetica? Non so. Chiediamo scusa a Cecchinel di aver omesso segni importanti che purtroppo nel blog non siamo riusciti a inserire:  il punto sulla z di pez, al primo verso, e sulla z  di mez del quinto verso (z dolce, suono quasi della esse) un segno sulla d di de nel sesto verso, il puntino sulla z di zaresere al quinto verso, l’accento circonflesso sulla s di zaresere, (che quindi si legge sg) il puntino sulla z di mez al decimo verso , l’accento circonflesso sulla s di tosatele, il segno sulla d di lidiere al verso successivo, sulla di di de nello stesso verso, e sul de del verso successivo, e sulle d di de e rider al peultimo verso, di cevedi e di de all’ultimo verso.  

Luciano Cecchinel (Revine Lago, 1947), ha pubblicato  Al tràgol jért (1988), a cui sono seguite Senċ (1990) e Sanjut de stran (all’interno di In forma di parole, 1998). Una riedizione riveduta e ampliata de Al tràgol jért è stata pubblicata nel 1999 dall’editore Scheiwiller con postfazione di Andrea Zanzotto. Del 1997 la plaquette Testamenti, con un disegno di Vittorio Schweiger. Ha pubblicato anche opere parzialmente o totalmente in lingua italiana: le raccolte Lungo la traccia (2005) e Perché ancora / Pourquoi encore (2005) con traduzione di Martin Rueff e note dello stesso Rueff e di Claude Mouchard e Le voci di Bardiaga(2008).

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Elisabetta P.

Creative storyteller

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

Edilio Ciclostile

I buzz into your head

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: