CHIARA ZACCARDI AVEVA ANTICIPATO LA VICENDA DELL’OHIO NE “I PEGGIORI”


QUANDO LA REALTA’ CONVIVE CON L’IMMAGINARIO LETTERARIO

L’anno scorso le Edizioni Noubs hanno pubblicato un romanzo della giovanissima e talentuosa Chiara Zaccardi.

In Ohio accede un fatto che sembra essere uscito dalla penna di Chiara Zaccardi.

Lo spunto per il romanzo le viene da un sogno.

E se il sogno le fosse stato suggerito dal dolore di quelle ragazze segregate in Ohio?

 ECCO LE SOMIGLIANZE TRA IL ROMANZO DI CHIARA ZACCARDI E LA VICENDA ACCADUTA IN OHIO DESCRITTE DALLA STESSA AUTRICE

La vicenda delle tre ragazze scomparse in Ohio e ritrovate dopo anni poco lontano da casa ha molti punti in comune con “I peggiori”.

Le vittime erano poco più che adolescenti, come i protagonisti del libro.

Sono state rapite da una persona che conoscevano, un autista di scuolabus che abitava vicino a loro. Nel libro i rapitori sono i professori della scuola superiore che i ragazzi frequentano.

Uno dei rapitori aveva partecipato alle ricerche di una delle ragazze scomparse e si era perfino preoccupato di consolare la mamma della giovane. Nel romanzo l’inganno è simile

: le vittime vengono attirate in trappola dalla solerzia dei professori, che propongono loro un corso di recupero per evitare l’espulsione dal liceo.

Sono state rinchiuse in una normale abitazione, segregate nel seminterrato e torturate, poco lontano da cittadini che, ignari, hanno continuato a vivere la loro vita. Nel romanzo succede la stessa cosa, senza che la polizia riesca a trovare tracce.

Sono state trattate come schiave, tenute incatenate e costrette a subire abusi sessuali. Nella finzione letteraria accade esattamente la stessa cosa, e anche lì le vittime soffrono di malnutrizione.

Si è scoperto che gli aguzzini sono tre uomini adulti ritenuti insospettabili. Anche ne “I peggiori” si tratta di due persone ritenute “per bene”, mai condannate per alcun reato.

Una delle ragazze rapite, Amanda, era stata vista l’ultima volta all’uscita del fast food dove lavorava, il giorno prima del suo diciottesimo compleanno. Nel libro l’auto di una delle protagoniste, diciassettenne, viene ritrovata proprio davanti al luogo di lavoro.

La polizia aveva liquidato le scomparse come allontanamenti volontari, poiché le ragazze avevano problemi in famiglia. Nel libro è uguale: siccome i ragazzi non hanno quasi niente in comune, a parte l’età, non si pensa possano essere stati sequestrati dalle stesse persone; anzi, ritenuti problematici e sbandati, per alcuni viene ritenuta più probabile una fuga intenzionale.

L’idea del romanzo è nata da un sogno che ho fatto alcuni anni fa, in cui mi ritrovavo improvvisamente rinchiusa e legata in un seminterrato buio insieme ad alcuni compagni di scuola, senza sapere come e perché ci fossi finita, ma con la certezza e il panico che in quel luogo infernale avrei vissuto vessazioni e orrori di ogni tipo. Forse non è stato un caso. Forse, in realtà, senza saperlo ho sognato Amanda, Gina e Michelle.

i peggiori

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “CHIARA ZACCARDI AVEVA ANTICIPATO LA VICENDA DELL’OHIO NE “I PEGGIORI”

  1. giuseppina ha detto:

    OTTIMO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Condìta Armonia

Autobiografia culinaria

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: