GIOVEDI’ 8 AGOSTO CERIMONIA DI PREMIAZIONE DELLA XIII EDIZIONE DEL CONCORSO LETTERA D’AMORE


Giovedì 8 agosto 2013, alle ore 21.00, a Torrevecchia Teatina (CH), presso il Parco dei Giovani “Karol Wojtyla” del Palazzo Valignani, si terrà la CERIMONIA DI PREMIAZIONE della XIII EDIZIONE del CONCORSO INTERNAZIONALE LETTERA D’AMORE, organizzata dall’Associazione AbruzziAMOci e dalle Edizioni Noubs con il patrocinio del Comune di Torrevecchia Teatina e della Regione Abruzzo – Assessorato alla Cultura.

 

 

 

Durante la cerimonia, presentata da Marina Moretti e Giancarlo Zappacosta, verranno letti brani tratti dalle lettere d’amore vincenti dalle attrici Alba Bucciarelli e Giuliana Antenucci.

 

 

 

I vincitori di questa XIII edizione sono, nell’ordine: Chiara Schettini, Giovanni Di Iacovo, Samantha Pantalone, primi ex aequo, Elena Fanucci e Rita Pelusi, seconde, Mariangela Costantino e Mauro Barbetti, terzi. Premi speciali della giuria andranno alla classe IV A della Scuola primaria “G. Mazzini” di Avezzano, insegnante Emma Francesconi; a Fabio Muccin, Luciana Piccirilli, Rosanna Di Iorio, Sabatino Ciocca.

 

Segnalati: Daniela Basti, Azzurra Boldrin, Maria Brachetta, Gabriella Cocciglia, Francesca Dandolo, Giulia D’Angelo, Anna De Francesco, Silvana De Vincentiis, Francesco Di Rocco, Graziella Fenotti, Giampiero Margiovanni, Fantino Mincone, Albertina Minissa, Maria Paolini, Ludovica Pasi, Gennaro Pezone, Susanna Polimanti, Irma Radica, Pierbruno Ricci.

 

La giuria, composta dal presidente Vito Moretti, e da Massimo Pamio, Chiara Fiori, Massimo Avenali e Giuseppina Verdoliva, ha ritenuto di attribuire altresì un premio speciale alla carriera allo scrittore e giornalista di Rai Uno Franco Di Mare e un premio per l’impegno civile a Maria Teresa Letta, vicepresidente nazionale della Croce Rossa Italiana,i quali saranno ospiti della manifestazione.

 

 

 

FRANCO DI MARE nasce a Napoli il 28 luglio 1955. Giornalista professionista, è inviato in aree di crisi da venti anni. Lavora alla Rai dal 1991; inizia in cronaca al TG2, per poi passare subito agli esteri dove segue la crisi dei Balcani come inviato di guerra. Bosnia, Croazia, Kosovo, per 5 anni è inviato nella ex Jugoslavia; ma anche in Mozambico, in Somalia, nella regione dei Grandi Laghi in Africa, Rwanda, Burundi, nello Zaire, oggi repubblica democratica del Congo, dove segue gli spaventosi scontri interetnici tra Tutsi e Hutu. Segue anche falliti colpi di stato in America Latina e disastri naturali come l’uragano Mitch che devasta Honduras, Guatemala e Nicaragua.

 

È autore di inchieste giornalistiche sulla mafia dell’Europa dell’Est, sulla guerra in Kosovo, in Bosnia, in Rwanda, sulle elezioni presidenziali e politiche in molti paesi del mondo, dagli Stati Uniti alla Francia, dalla Bulgaria all’Algeria. Realizza inchieste sul terrorismo in Giappone, Russia, Medio Oriente, Africa Orientale. Segue la guerra in Afghanistan e in Iraq (la prima e la seconda), la guerra tra Eritrea ed Etiopia e quella a Timor Est.

 

Nel corso della sua carriera, ha ricevuto numerosi premi, tra cui due oscar della televisione per i suoi reportage, il Premio Città di Fiumicino, il Premio Cimitile, il premio Europeo per il filmato di guerra e il Premio personalità europea dell’anno e il premio Sebetia Ter.

 

Nel 2003 inizia la sua carriera di conduttore con UnoMattina Estate, esperienza che prosegue con UnoMattina week end.

 

Per Rizzoli pubblica nel 2009 “Il cecchino e la bambina”, nel 2011 il suo primo romanzo “Non chiedere perché”, finalista al premio Bancarella 2011 e nel 2012 “Il paradiso dei diavoli”.

 

 

 

 

 

MARIA TERESA LETTA, da sempre nel volontariato cattolico, entra in Croce Rossa nel 1985. Dapprima, presso il Comitato Locale di Avezzano e con il Nazionale, organizza la famosa “Nave della Pace”. Sono anni di servizio attivo con il Comitato Femminile durante i quali partecipa alla “campagna freddo” del 1989 del Nazionale e risponde alle numerose richieste di tutto il territorio Marsicano.

Diventata Presidente di Comitato nel 1994 apre numerose Delegazioni e Gruppi  CRI  costituendo una rete di Ambulanze di soccorso in Convenzione con la Asl. Nel 1997 è nominata Consigliera Speciale per l’Abruzzo dal Commissario Nazionale. Nel 1998, con l’istituzione dei Comitati Regionali, diventa Presidente per la Regione Abruzzo che nei primi tempi ha gestito con un’unica impiegata facendo di tutto per “creare” il Comitato regionale che ha poi difeso da direttori ed impiegati non all’altezza del compito loro affidato.

Dopo la terribile esperienza del sisma ha ristrutturato la sede CRI di L’Aquila, ha portato il Centro Raccolta Sangue di L’Aquila alla certificazione di qualità ed ha sovrainteso a tutti i lavori realizzati nella zona con i fondo raccolti dalla CRI nazionale, alla quale ha relazionato e rendicontato puntualmente l’operato e le spese pubblicati nel Report annuale della CRI.

Ha dotato il Centro di una moderna Autoemoteca che va in tutta la regione ed ha stipulato una convenzione con le caserme e la Asl. Ha trasformato la Scuola di Chieti  che aveva dimenticato  di essere CRI. Dal 2004 al 2009 ha compiuto numerose missioni umanitarie in nome e per conto della Cri come Delegata per i Balcani. Ha aperto un Ambulatorio antitubercolare ed un laboratorio analisi all’ospedale di Pec (Kosovo) restaurato dalla CRI ed ha sovrainteso all’asfaltatura dei piazzali e dei viali della zona.

In Bosnia ha costruito un edificio chiamato “750 mq di speranza” dove ha attivato una scuola professionale con mensa, un consultorio per le donne violentate durante la guerra, ed un centro giovanile. Ha portato aiuti, Ambulanze e presidi sanitari in Albania, Romania, Serbia, Bulgaria e Montenegro. Ha  sovrainteso alla partenza di un aereo di aiuti  per l’Afganistan e di aiuti per Togo, Etiopia Eritrea e Brasile. È stata in Niger a portare aiuti.

Dal 2005 è a capo della Commissione Motorizzazione CRI che ha elaborato il Testo Unico e sovraintende ai Corsi per Formatori ed Istruttori di Scuola Guida CRI e per i Responsabili dei procedimenti patenti, fuori uso ed immatricolazione dei mezzi CRI.

Ha elaborato una serie di progetti per il Servizio Civile dotando la Regione Abruzzo e la provincia di L’Aquila in particolare di un bel numero di volontari.

 Nel gennaio 2013 è stata eletta Vice Presidente Nazionale della Croce Rossa Italiana.

 

 

 

IL MUSEO DELLA LETTERA D’AMORE, unico al mondo e situato nello storico Palazzo Valignani di Torrevecchia Teatina (CH), è filiazione diretta del Premio Internazionale Lettera d’Amore, promosso dal Comune di Torrevecchia Teatina, dall’associazione culturale AbruzziAMOci e dalle Edizioni Noubs. Ad esso hanno partecipato autori con circa diecimila lettere d’amore, molte delle quali sono esposte al pubblico. Tutte verranno catalogate e inserite in un archivio informatico che le renderà consultabili.

franco_di_marerid_3

                                                                                                                                                                                    FRANCO DI MARE

 

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Condìta Armonia

Autobiografia culinaria

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: