SAME SAME BUT DIFFERENT di Luciano Troisio (a proposito di una frase di Tommaso Pincio)


 

Mi era sfuggita un’informazione piuttosto interessante che merita di essere comunicata ai nostri amici e lettori: sì è finalmente costituito l’autore/inventore di un celebre modo di dire, nato in Tailandia e diffusosi in molti paesi del sudest asiatico.

Per fortuna l’acuto Massimo Pamio, che mi sa appassionato studioso delle culture asiatiche, mi ha segnalato l’articolo di Tommaso Pincio (http://tommasopincio.net/2013/08/04/same-same-but-differen-

versione-integrale/), in cui lo scrittore pittore giornalista fumettista viaggiatore fornisce particolareggiata confessione. Avrà detto la verità? Probabilmente il pubblico si dividerà in entusiasti e scettici.

Io mi schiererei con i primi. Potete facilmente leggerlo su Google, tra i suoi articoli recenti.

Ebbene, Tommaso Pincio bighellonava in una più delle più mitiche strade del mondo, che tutti i colleghi viaggiatori probabilmente conoscono: Cao Shan road di Bangkok. (Il nome si trova scritto in varie redazioni, essendo una traslitterazione da altro alfabeto). Una strada che gira attorno al perimetro di un grande tempio buddista, quasi pedonale, solo i tassì possono transitare a passo d’uomo; è il ritrovo dei turisti giovani. L’età media credo sia sotto i 30 anni. Gente di tutto il mondo ma specialmente asiatici e australiani, moltissime le ragazze, i guy strani. L’animazione vera comincia la sera, e aumenta la notte. A volte non si può nemmeno camminare tra la folla. Imbonitori e ragazze in minigonna offrono di tutto, dalla birra al fumo. Carrettini offrono piatti tipici di vermicelli che si mangiano camminando, ma troverete anche pollo fritto, frutta a fettine, ogni tipo di cavalletta, baco, scorpione, scarafaggio, e altri insetti fritti a puntino,  ricchi di proteine. C’è un buon servizio d’ordine, sebbene la polizia cerchi di non essere invadente e interviene solo quando qualcuno, presumibilmente ubriaco, perde i sensi e resta per terra. In generale i bevitori hanno la balla allegra, ti abbracciano, ti invitano a bere. Poi i giovani se ne vanno nei locali e ci restano tutta la notte.

La mattina regna il silenzio fino alle dieci. Per strada ci sono soltanto quelli che partono coi pulmini, oppure quelli che fanno il BF, o che incominciano presto colle birre. Qui potete trovare molte cose, carabattole, chincaglierie, argenti, collane, spezie, minerali, meteoriti, tectiti, farvi applicare estensioni rasta, farvi tatuare, acquistare qualsiasi documento falso. Ci sono decine e decine, forse centinaia di ristoranti di ogni livello, dove in genere si mangia maluccio, ma siamo solo in pochi europei latini a lamentarci. Ci sono molti ristoranti di pesce e ce n’è anche uno ottimo giapponese, con buffet illimitato che costa come in Italia (circa 12 dollari). Una babilonia divertente dove spesso si girano film, appaiono attrici, strani cortei, veicoli colmi di stendardi pubblicitari, di danzatrici in lussuosi costumi.

Ebbene, Tommaso Pincio bighellonava, fannullonava in questa via che fa rievocare molti ricordi e ai naviganti intenerisce il core, fingeva di comprare qualcosa, ma come tutti i sazi globetrotter non aveva desiderio di nulla. Guardando dei jeans fu subito adescato dalla venditrice, cominciò una stanca trattativa, quel bargain che in Asia è quasi obbligatorio e l’europeo che non lo fa è considerato un fessacchiotto.

Nella fitta dialettica la venditrice dichiarò che quei jeans era same, cioè uguali, identici a quelli di una famosa marca costosissima, erano same same a quelli, e Pincio se ne uscì con un aforisma che affermava sì, sono same same but different. La signora scoppiò in una fragorosa risata. Da quel momento quell’effimero modo di dire si diffuse con la rapidità del fulmine in tutta la Tailandia e nel Sudest asiatico. Molte ditte stamparono magliette che recano same same sul petto e but different sulla schiena. Fu scritto anche un libro e fu fatto un famoso film.

Mando questa nota ai miei amici che in questi giorni si danno convegno a Pattaya. Sono certo che Tommaso Pincio diverrà ancora più celebre a partire da quello straordinario fatato bordello.

 cropped-iconapincio1

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

One thought on “SAME SAME BUT DIFFERENT di Luciano Troisio (a proposito di una frase di Tommaso Pincio)

  1. […] SAME SAME BUT DIFFERENT di Luciano Troisio (a proposito di una frase di Tommaso Pincio). […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Elisabetta P.

Creative storyteller

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

Edilio Ciclostile

I buzz into your head

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: