LA QUARTA VITA di GABRIELE DE BARI – UNA STORIA VERA – COME UNA RAGAZZA SCONFIGGE IL DESTINO


MERCOLEDI’ 12 NOVEMBRE ALLE ORE 18 PRESSO LA SALA CAMPLONE DELLA CAMERA DI COMMERCIO DI PESCARA (in via Conte di Ruvo 7 angolo viale Marconi) SARA’ PRESENTATO IN ANTEPRIMA NAZIONALE IL ROMANZO “LA QUARTA VITA – LA RAGAZZA CHE HA SCONFITTO IL DESTINO” (EDIZIONI NOUBS). Partecipano: DANIELE BECCI PRESIDENTE CAMERA DI COMMERCIO DI PESCARA,  MARCO ALESSANDRINI SINDACO DI PESCARA, UMBERTO NOCELLI PRESIDENTE F.O.G.I. ONLUS S.RITA OSPEDALE PESCARA-PENNE,  FRANCO FARIAS, ALESSANDRA MANCINI, MASSIMO PAMIO.

GABRIELE DE BARI, LA QUARTA VITA (EDIZIONI NOUBS), pp. 224, euro 15,00.

ROMANZO tratto da una storia vera. Dopo essere rimasta orfana di papà, Adriana vive un’infanzia difficile, di rinunce e sacrifici. Trova lavori saltuari, ha un rapporto difficile con la mamma, donna di stampo antico. Si diploma alle scuole serali in ragioneria quando, all’età di 27 anni, le viene diagnosticato un tumore aggressivo al colon. Prima dell’intervento effettua un viaggio a Medjugorie che ne segna lo spirito e il carattere e che le dà una incredibile serenità interiore. Le vengono asportati 22 cm. di intestino, dopo la chemio devastante è costretta a un altro intervento perché il male è passato in altra zona del corpo. Trascorrono anni e, quando pensa che il cancro l’abbia abbandonata, arriva un’altra mazzata: la necessità di un terzo intervento. I medici la danno per spacciata. Lei è consapevole di tutto e pronta al peggio.  Intanto sta vivendo una forte e struggente storia d’amore con Riccardo, più grande di lei di alcuni anni, separato e papà di un bambino. Si aggrappa a lui per superare i momenti drammatici della sua esperienza, un legame che diventa di giorno in giorno più solido. Un amore grandissimo che la sostiene sempre, dandole la forza per reagire, per guardare avanti con un pizzico di ottimismo nella speranza che un giorno possa vivere insieme all’uomo che ama e che non vede l’ora di abbracciarla per sempre. Nei loro viaggi c’è l’inizio di quello che sarà il futuro. Passano gli anni, i controlli clinici costanti danno esiti positivi, la ragazza si sente una miracolata e trova una prima occupazione seria: cassiera in un supermercato. Un lavoro che sa di piccola rivincita e che migliora il rapporto con la vita. Riccardo, per starle più vicino, si licenzia dal lavoro e accetta di cominciare un’esistenza del tutto diversa in un’altra città, perché ha capito che è l’unica cosa che vuole e che lo rende veramente felice. Nonostante il parere contrario della mamma, che vorrebbe vedere la figlia sposata secondo i crismi tradizionali, Adriana, dopo aver sconfitto il destino, decide di andare a vivere con Riccardo, avviando con lui una nuova attività lavorativa. Anche per merito del papà morto…

Gabriele De Bari, nato a Silvi Marina (Teramo), laureato in Scienze Politiche presso l’Università “D’Annunzio” di Teramo, giornalista professionista. Ha cominciato a scrivere per Il Messaggero nel 1972, ha lavorato presso le redazioni di Teramo, Pescara, Chieti, Viterbo. Dal marzo del 1988  alla redazione di Roma. Risiede a Pescara.

copertina de bari.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Condìta Armonia

Autobiografia culinaria

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: