DELL’AMORE di TINO DI CICCO


Siamo quasi tutti confusi; e lo siamo quasi solo perché non sappiamo cos’è il bene.

E’ il bene, infatti, che organizza la vera gerarchia nella nostra realtà, ed elimina così per sempre ogni confusione e ogni incertezza.

Chi in questa brevissima esperienza di tempo che chiamiamo vita, ha avuto la fortuna di provare l’amore, ha trovato il vero bene, e non è più confuso.

Il vero amore trascende però anche la persona che amiamo.

Amiamo quella persona perché in qualche modo testimonia il bene che non c’è, non perché realizza il bene assoluto che noi tutti cerchiamo.

eloisa

Si parte dall’amore per una persona, e poi, senza sapere perché, si guarda con benevolenza tutta la realtà. Come se una volta realizzati nel bene, non riuscissimo più ad assecondare la nostra natura animale.

Non cambia la realtà con l’amore, cambia solo il nostro sguardo; ma è il nostro sguardo che decide sulla realtà.

Da un certo punto di vista l’amore è la più inutile delle possibilità dell’uomo, anzi più che inutile sembra addirittura dannosa, perché distoglie le potenzialità dell’uomo dai “valori” del mercato.

Chi ama non sa che farsene del PIL.

E oggi (ma forse non solo oggi) è il mercato a decidere cosa vale e cosa non vale.

All’inizio il mercato decideva solo il valore della merce; ma poi piano piano ha finito per decidere anche il valore delle persone.

E se noi oggi siamo particolarmente confusi nelle gerarchie del bene, è proprio perché siamo sommersi dall’oceano dei beni-valori del mercato, e non riusciamo più a vedere la luna.

vivere-bene

Ma se l’amore prende il nostro cuore e lo libera dall’idolatria del denaro, del potere, del prestigio sociale, della tecnologia; se libera l’uomo dalla illusione del valore della sua identità, della sua volontà, della sua intelligenza, della sua potenza, della sua moralità, allora cade ogni confusione dentro noi.

Le nostre incertezze sono tutte figlie della nostra difficoltà a conoscere il vero bene.

Una volta che il caso, la fortuna, il destino, la grazia o come altro vogliamo chiamare quella stella che dall’altissimo del cielo ci orienta verso il bene, dovesse decidere per noi l’amore, avremo trovato finalmente l’unità di misura per vivere.

Il metro, il litro, il secondo e tutte le altre unità di misura che l’uomo ha trovato e troverà ancora, sono naturalmente una cosa buona per conoscere la materia. Ma la vera unità di misura per vivere è generata dal nostro amore.

Chi ama sa, anche se non sa niente di quello che gli uomini credono sia importante per vincere.

darsi la mano

Dall’amore nasce il perdono, non dalla volontà; dallo stesso amore nasce l’umiltà, non dall’intelligenza; e anche la conoscenza nasce da lì, non dai libri; da lì nasce la giustizia, non dal diritto; anche l’attenzione per gli altri nasce dall’amore, non dalla morale; dall’amore nasce la carità, non dalla nostra bontà; da lì nasce anche la generosità, non dalle religioni; sempre da lì la cura per la natura, non dall’ecologia; dall’amore nasce il tremore per la bellezza, non dalla filosofia estetica; da lì nasce il bene comune, non dai proclami della politica; e ancora da lì nasce il nostro mondo, non dall’esplosione del Big- Bang.

Solo dall’amore nasce la tenerezza del sesso, non dalle tecniche del kamasutra; dall’amore la felicità di respirare cielo, non dalla crescente potenza dei nostri telescopi; ancora da lì il sapore del pane, non dalle nuove tecniche di cottura; sempre dall’amore la sicurezza che noi tutti continuamente cerchiamo, non dalle scoperte della psicologia; ancora da lì il superamento della condanna del tempo, non dalle medicine che ci allungano la vita.

Nasce solo e sempre dall’amore la bellezza che toglie il respiro per questa vita, non dalla speranza di una vita migliore.

eso1427a-654x664

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Condìta Armonia

Autobiografia culinaria

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: