POESIE DELL’AMOR MAI DATO (TINO DI CICCO)


I

io lo so perché gli uomini

nascono, crescono, combattono

soffrono

anche la morte

per essere qui

 

gli uomini sono disposti a tutto

per la poesia

 

ma non lo sanno

 

II

avrei dovuto amare di più.

avrei dovuto amare soltanto.

e invece anch’io ho cercato di sapere.

non sono stato un giglio dei campi

anch’io ho seguito il mio volere.

ho pensato che la notte meritasse la mia luce

come se io sapessi qualcosa della luce.

non ho capito niente.

 

avrei dovuto amare di più.

avrei dovuto soltanto amare.

 

III

fallo vincere un uomo

e diventa insopportabile.

fallo morire un uomo

e diventa amabile.

 

se l’amore non è amore

dei nostri limiti

non è ancora amore

 

IV

tutto chiaro quaggiù

gli uomini si fermano alla luce

come se fosse la risposta

 

avesse vinto l’amore per la notte

per le stelle

non ci sarebbero state risposte

 

ma solo poesia

tumblr_o7kf42af0q1ufzp8to1_540tumblr_static_tumblr_static_filename_640

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Elisabetta P.

Creative storyteller

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

Edilio Ciclostile

I buzz into your head

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: