Archivio mensile:dicembre 2018

Classifiche libri 2018: i russi che mancano ve li segnalo io.


operaidelleditoriaunitevi

Siccome sto vedendo fioccare classifiche, gallerie fotografiche, consigli in vista del Natale e della fine di questo 2018 (le strenne più strennose, 50 libri da mettere sotto l’albero, 100 libri che renderanno il vostro Natale indimenticabile, 200 libri che hanno reso il 2018 il meglio del meglio nonostante lo sfacelo culturale di questo paese…) e i russi si avvistano con il binocolo in rare rarissime occasioni, ho deciso di farvi io una bella carrellata di titoli per tutti i gusti usciti nel 2018 e degni di nota (due, perdonatemi, sono miei… ma li ho amati tanto, quindi non potevo non metterli.)

Solo contemporanei e del secolo scorso, massimo. Così la smettete di dire che non si pubblica niente di contemporaneo e di regalare solo libri sulla Russia scritti da tutti tranne che dai russi (senza nulla togliere a chi quei libri li fa bene, alle volte strabene).

Le posizioni…

View original post 140 altre parole

Annunci

IL SUD: CULLA DELLA CREATIVITA’ (di Massimo Pamio)


Che dal Sud provenga la fonte dell’energia, per motivi geologici e antropici, che dal Sud sia scaturita la vita nel pianeta, sono idee furiosamente secretate, oscurate dai mass media, dalla scienza stessa che le ha scoperte e propugnate, ritenute oscene dai poteri “forti”. Il vero non coincide mai con l’idea che il potere vuole stabilire, soprattutto oggi, con l’omologazione, con la  imposizione di un pensiero unico.

In Italia, la creatività del pensiero e delle arti scaturisce dalle fertili terre del Mezzogiorno, ne sono testimonianze i due volumi pubblicati dall’Editore Macabor curati da Bonifacio Vincenzi.

In questi testi antologici si cerca di far luce sulla poesia del Sud e degli autori meridionali in genere, fenomeno che risulta macroscopico ma che riceve poca attenzione da critici, riviste, quotidiani: colpevolmente, se si indagano le pagine di “Sud. I poeti”, nelle quali si ascoltano voci dimenticate o emarginate dalla letteratura nazionale dotate di indubbia qualità. Il primo “Sud. I poeti. Antonio Spagnuolo e l’assedio della poesia” è dedicato ad Antonio Spagnuolo, poeta napoletano, che vanta al suo attivo 39 raccolte di liriche,  numero impressionante e forse ineguagliabile di pubblicazioni per un autore. Sulla sua scrittura si soffermano Elio Andriuoli, Domenico Cara, Mauro Ferrari, Giulia Martini, Massimo Pamio, Marisa Papa Ruggero, Plinio Perilli, Raffaele Piazza, Felice Piemontese, Ugo Piscopo, Enzo Rega, Eleonora Rimolo, Paolo Ruffilli, Lorenzo Spurio. Seguono poi pagine dedicate a poeti meridionali non più in vita, tra i quali il molisano Giuseppe Jovine, il pugliese Antonio Verri, i calabresi Aldo Dramis e Angelo Fasano, l’abruzzese Giammario Sgattoni, la cui poesia mantiene ancor oggi “a distanza di molti anni, una freschezza davvero sorprendente”, ed è così, nella sua poesia non ci sono malinconie o ubbie crepuscolari, la sua è una costante osservazione elegiaca e sorridente, garbata e rispettosa dell’umana avventura e delle vicende della natura, spesso avvertite come inscindibili. Giammario appartiene alle grandi personalità che hanno segnato un periodo della mia vita in modo estremamente significativo e profondo, alle quali sono bastate poche ore per consegnarsi interamente nella loro vivezza, per affascinarmi, con cui entrare in perfetta sintonia: per riconoscersi spiritualmente. Nel volume, tra le personalità tuttora attive, Giuseppe Rosato, poeta abruzzese d’ineguagliabile valore, Antonio Bux, pugliese, Eleonora Rimolo, Lina Salvi, Rossella Tempesta, campane.

Il secondo volume “Sud. I poeti. La poesia di Domenico Cara: metamorfosi e labirinti” è dedicato a Domenico Cara, scrittore calabrese autore di 26 libri di poesia, introdotto da testi critici di Gabriella Colletti, Gualtiero De Santi, Flavio Ermini, Marcela Filippi Plaza, Vincenzo Guarracino, Massimo Pamio, Gianni Mazzei, Antonio Scatamacchia, Francesca Serragnoli, Claudia Manuela Turco. Tra i poeti scomparsi la purissima voce del lucano Beppe Salvia, quella del possente Ottaviano Giannangeli, abruzzese, della calabrese Gilda Trosolini. Tra quelli in vita, il campano Vincenzo Frungillo.

copertinarancopertinasud2

 

 

 

 

 

Annunci
FreeWords Magazine

dove il pensiero diventa parola

Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

# I Feel Betta

Autobiografia culinaria

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

Poetella's Blog

"questo sol m'arde e questo m'innamora"- Michelangelo

Anna&H

sono approdata qui

And Other Poems

Poetry website 2012 - 2018

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

Belinda Raffaeli

Sta Per Nascere Una Stella

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: