Archivi tag: chieti

2079 – ritorna la fantapolitica – un romanzo epistolare sul nostro prossimo futuro


Mercoledì 30 aprile a partire dalle 17 e 30 nel Palazzo De’ Mayo in Corso Marrucino 121 a Chieti sarà presentato presso l’Auditorium Fondazione Carichieti il romanzo “2079” di Antonio Luciani e Maria Teresa Antonarelli (Edizioni Noubs). Relatore Francesco Di Vincenzo, attori Maria Cristina Stumpo e Mirko Amicone, moderatore Massimo Pamio. L’iniziativa è promossa dalle Associazioni Culturali “Sacro e profano” e “Maramé”.

IL LIBRO

Javier, scrittore spagnolo giramondo, Franca, donna di alti ideali e valori morali, Umberto, politico arrogante e potente sono i protagonisti di questo romanzo di fantapolitica che ci accompagna in un viaggio nel tempo, nel 2079, a scoprire uno scenario drammatico e desolante. Il futuro sembra aver realizzato le premesse peggiori del nostro presente ma la forza scaturita da una storia d’amore e d’amicizia riuscirà a modifcare le sorti della società, a resuscitare il meglio delle qualità umane per troppo tempo sepolte. Una favola moderna che ci riconcilia con la nostra storia politico-culturale e ci indica la strada per uscire fuori dalla palude: tutto sarà possibile se sapremo cambiare noi stessi.

GLI AUTORI

Antonio Luciani nasce a Chieti nel febbraio del 1969. Felicemente sposato, con due figli, svolge la professione di avvocato ed è molto attivo nel campo dell’associazionismo sportivo a Francavilla al Mare, a cui è legato da generazioni. Nel 2011 decide di occuparsi in prima persona della cosa pubblica e viene eletto Sindaco della città. Entra così in un mondo nuovo e sconosciuto, del quale non accetta le distorsioni e che non lo soddisfa appieno. Una chiacchierata casuale con l’amica e concittadina Maria Teresa gli fa venire l’idea di dedicarsi, finalmente, nei ritagli di tempo, ad una sua vecchia passione, la scrittura: insieme decidono di scrivere un racconto.
Maria Teresa Antonarelli, nata a Termoli nel 1962, abruzzese d’adozione, vive a Francavilla al Mare con marito e due figli. Avvocato, lettrice appassionata e scrittrice per caso grazie alla casuale chiacchierata col Sindaco, svolge la professione di liquidatrice sinistri. Quando non lavora e non legge, probabilmente si sta occupando delle sue altre passioni: la cucina e il cinema.

1926963_749768211700501_190191414_n

Contrassegnato da tag , , , , , ,

ECCO GLI APPUNTAMENTI DI CHIETI MOSTRA LIBRI 2012


Dopo l’intensa giornata d’incontri di ieri, con Roberto Melchiorre, Marco Tarchi, Alessandro Tucci ed il poeta Milo De Angelis, prosegue Chieti Mostra Libri oggi dalle 17.30 con Arnaldo Colasanti, Mario D’Angelo, Marco Tornar, Grazia Di Lisio, Aurelio Picca, Tonita Di Nisio, Domenico Rosa ed il reading “Shakespeare in love“, a cura di Fabio D’Orazio, Betta Fusilli, Liliana Perna, Nicola Trotta e Fiorella De Luca.

Vi aspettiamo nel giardino interno di Palazzo De’ Mayo, a Chieti, in pieno centro storico lungo corso Marrucino.

Seguono dettagli delle giornate 8 e 9 Settembre.

Ecco gli appuntamenti di oggi, sabato 8 settembre 2012, inseriti all’interno del programma della II edizione di “Chieti Mostra Libri”, che si svolgeranno a Palazzo De’ Mayo, in via Martiri della Libertà 1, o in caso di pioggia presso i Tempietti Romani e il foyer del Teatro Marrucino:

  • Ore 17.30 – Arnaldo Colasanti: “Febbrili transiti”, con Mario D’Angelo. Conduce: Nino Germano. Uno degli scrittori e critici più appassionati, conduttore di Uno Mattina, parlerà dei suoi interessi e del suo amore per l’arte abruzzese;

  • Ore 18.30 – Presentazione della rivista “Abruzzo letterario”, con Marco Tornar, Grazia Di Lisio, Marco Solfanelli;

  • Ore 19.00 – Aurelio Picca: “Addio”, “L’Italia è morta, io sono l’Italia”, con Tonita Di Nisio. Uno degli scrittori italiani più interessanti e vivaci parla dei suoi ultimi libri pubblicati da Bompiani;

  • Ore 19.30 – Salvatore Santangelo e Domenico Rosa. Due giovani studiosi si confrontano sui temi della globalizzazione;

  • Ore 20.00 – Reading e concerto d’epoca: “Shakespeare in love”, con Fabio D’Orazio, Liliana Perna, Nicola Trotta, Fiorella De Luca.

 * Note

__________________________________________________

 ARNALDO COLASANTI, (Fiuggi, 1 agosto 1957) è uno scrittore e critico letterario italiano, vincitore del Premio Grinzane Cavour. Nell’ambito del suo interesse per la letteratura francese ha pubblicato vaste e approfondite prefazioni ai Romanzi di Guy de Maupassant, (1994) e al Malato immaginario di Molière (1995). Ha condotto Unomattina Estate. E’ direttore artistico di “Babel – festival della parola in Valle d’Aosta“. Tra le sue opere: A giorno chiaro. Ritratti di poesia italiana (Rotundo), (1992), Novanta. Il conformismo della cultura italiana (Fazi), (1996), Decalogo (Rizzoli, (1997), Gatti e scimmie (Rizzoli), (2001), La prima notte solo con te (Mondadori), (2010), Febbrili transiti (Mimesis), 2012.

 MARCO TORNAR (1960), poeta, saggista, traduttore e narratore pescarese, è direttore della rivista “Abruzzo Letterario”. Ha pubblicato le raccolte di poesia Segni naturali (Bastogi, Foggia 1983) e La scelta (Jaca Book, Milano 1996); le prose Rituali marginali (Bastogi, Foggia 1985) ed Errando di notte in luoghi solitari (Quaderni del Battello Ebbro, Porretta Terme 2000); il romanzo Niente più che l’amore (Sperling & Kupfer, Milano 2004). Ha curato l’antologia di poesia italiana La furia di Pegaso (Archinto, Milano 1996). Il suo ultimo libro è “Nello specchio di Mabel”.

GRAZIA DI LISIO, è nata a Cabras e vive a Teramo. Laureata in Lettere classiche, si è dedicata all’insegnamento, a studi archeologici, alla conoscenza tecnico-pratica del linguaggio teatrale e cinematografico. Ha pubblicato micro testi per il Teatro-Scuola, poesie-immagini-ritratti online con Lietocolle e le raccolte di poesie “Voci e silenzio” (Sigraf 2003); “Le accese solitudini” (Tracce 2005); “Annoda fili acquei” con traduzioni in francese (Gedit 2008). Ha ricevuto premi per il teatro, per il cortometraggio, per la didattica e per la poesia. È presente in varie Antologie e in cataloghi d’arte. Cura performances interdisciplinari. Organizza eventi culturali con l’Associazione “Collurania” di Teramo. Scrive su riviste abruzzesi. La sua ultima fatica è “sa terra sonadora” (Noubs Edizioni), una ricerca ed una raccolta straordinaria di canti indigeni sardi.

 MARCO SOLFANELLI, Marco Solfanelli è nato a Chieti nel 1954. Ha diretto dal 1980 al 1994 la Casa Editrice Marino Solfanelli, curandone in particolare le collane dedicate al fantastico e alla fantascienza per le quali ha ottenuto numerosi premi sia nazionali che esteri. È Direttore Editoriale della Casa editrice Tabula fati e presidente Associazione Editori Abruzzesi.

 AURELIO PICCA, (Velletri, 1957) è uno scrittore e poeta italiano. Ha esordito nella narrativa nel 1992 con la raccolta di racconti La schiuma. Ma il vero esordio è un libro di poesie, Per punizione, uscito nel 1990. Ha poi pubblicato L’esame di maturità (Giunti, 1995), ristampato da Rizzoli (2001), I racconti dell’eternità (1995), I mulatti (Giunti, 1996), Tuttestelle (Rizzoli, 1998), Premio Alberto Moravia, Superpremio Grinzane Cavour, finalista premio Viareggio, Bellissima (Rizzoli, 1999), Sacrocuore (Rizzoli 2003). Via Volta della morte (Rizzoli, 2006). Del 2007 è il poemetto civile “L’Italia è morta, io sono l’Italia”. “Se la fortuna è nostra” (2011) Aurelio Picca è giornalista pubblicista. Ha collaborato tra gli altri con Repubblica, Il Giornale, Max, Nuovi Argomenti. Inoltre è video maker: Elogio delle Torri e Palio del bianco; Roma tanta poca; Asilo infantile, intervista a Edward Bunker.

DOMENICO ROSA, abruzzese ma fiorentino d’adozione, è autore di una ricerca su “Fiume dannunziana. Tra irredentismo e fantasia” (Eclettica edizioni), redattore per la sezione cultura della testata web “Il sito di Firenze”.

 

********************

Ecco gli incontri di domani, domenica 9 settembre 2012, inseriti all’interno del programma della II edizione di “Chieti Mostra Libri”, che si svolgeranno a Palazzo De’ Mayo, in via Martiri della Libertà 1, o in caso di pioggia presso i Tempietti Romani e il foyer del Teatro Marrucino:

  • Ore 17.30 – Adua Villa: “Una sommelier per amica”, con Cristina Mosca. Un’anteprima nazionale.

  • Ore 18.30 – Spettacolo teatrale ispirato dai testi di John Fante con Stefano Angelucci Marino, che presenterà il suo libro “Fanteria Abruzzi”, in anteprima. Introduce: Giulio Avocatino.

  • Ore 19.00 – Paolo Lagazzi: “Nessuna telefonata al cielo”. Uno dei più noti critici letterari italiani presenta un frizzante libro di racconti.

  • Ore 19.30 – Incontro con Giordano Bruno Guerri, Il noto storico ripercorrerà la sua vita culturale e le sue imprese in un’Italia posteroica. Conduce Stanislao Liberatore.

* Note

__________________________________________________

ADUA VILLA, volto noto dell’enogastronomia italiana, divulgatrice di successo, ha una formazione enogastronomica a 360°: Sommelier del Vino, Sommelier Master Class, Sommelier dell’Olio, Degustatore di formaggio, Degustatore di Cioccolata, Docente Ais (Associazione Italiana Sommelier). “Una sommelier per amica” verrà presentato a Chieti in anteprima europea.

 CRISTINA MOSCA, insegnante, addetto stampa e giornalista abruzzese, la scrittrice originaria di Città Sant’Angelo ha all’attivo numerose pubblicazioni di poesia, prosa e traduzioni letterarie. Fondatrice del mensile che si occupa di enogastronomia “C come magazine”, nel 2007 ha pubblicato con Schena editore “E donne infreddolite negli scialli”.

 PAOLO LAGAZZI,  è uno dei più grandi critici letterari italiani: la sua opera è sterminata. Tra gli altri ha curato, solo in Italia ben 3“Meridiani” Mondadori: per Bertolucci, Citati, Spaziani.Tra le sue opere: Comparoni e “l’altro” – Sulle tracce di Silvio D’Arzo, Collana: Il castello di Atlante, Reggio Emilia, Rêverie e destino. L’opera di Attilio Bertolucci, Collana: Strumenti di studio, Milano, Garzanti, 1993. Per un ritratto dello scrittore da mago, Prefazione di Valerio Magrelli, Collana: Il castello di Atlante, Reggio Emilia, Diabasis, 1994. Per un ritratto dello scrittore da mago, (prefazione di Emanuele Trevi); collana: I volti di Hermes, Dentro il pensiero del mondo,  Vertigo. L’ansia moderna del tempo, La casa del poeta. Ventiquattro estati a Casarola con Attilio Bertolucci, , Milano, Garzanti, 2008., Forme della leggerezza, Collana: Lettere, Milano, Archinto [2010], Otto piccoli inchini, tavole di Daniela Tomerini, Roma, Albatros 2011.

 GIORDANO BRUNO GUERRI, è nato alla fine del 1950 a Iesa, comune di Monticiano, provincia di Siena: Consegue la laurea nel 1974 con una tesi su “La figura e l’opera di Giuseppe Bottai“, che due anni più tardi trova pubblicazione editoriale presso Feltrinelli. Successivamente pubblica una raccolta di documenti storici dal titolo “Rapporto al Duce” (Bompiani, 1978); seguono “Galeazzo Ciano” (Bompiani, 1979), saggio sulla politica estera fascista, e “L’Arcitaliano – Vita di Curzio Malaparte”.

In seguito pubblica “Io, l’infame”, (Mondadori, 1983) biografia del brigatista rosso Patrizio Peci, che scrive insieme a lui in due settimane durante il periodo in cui lo stesso Peci si tiene nascosto ai suoi ex compagni di lotta armata.

Nonostante la formazione cattolica, non si occupa di questioni religiose fino al 1982, quando inizia a scrivere “Povera santa, Povero assassino”, storia di Maria Goretti.

 Nel 1985 viene nominato direttore del mensile “La Storia Illustrata”; nell’arco di quindici mesi porta le vendite da 60.000 a 110.000 per numero; viene in seguito promosso direttore editoriale della Mondadori, incarico da cui si dimette nel 1988 dopo l’acquisizione della casa editrice da parte di Carlo De Benedetti. Dal 1989 fino al 1991 assume la direzione del mensile “Chorus”.

 Nel 1995 pubblica un lavoro divulgativo e di sintesi, dal titolo “Fascisti – Gli italiani di Mussolini, il regime degli italiani” (Mondadori). Nello stesso anno si trasferisce a Roma; poco tempo dopo la Rai gli offre la conduzione di un programma televisivo, dal titolo “Italia mia”, assieme a Cinzia Tani; il programma va in onda fino al 1997. Poi arriva l’impegno pubblico: Mario Caligiuri, sindaco del comune calabrese di Soveria Mannelli, gli propone l’incarico di assessore alla Cultura. Giordano Bruno Guerri accetta ponendo tuttavia una condizione: quella di definirsi Assessore al Dissolvimento dell’Ovvio.

Ricopre l’incarico per sole quattro settimane, durante le quali emette alcune provocatorie ordinanze, tra cui ricordiamo quella del Monumento al Cassonetto, iniziativa il cui scopo è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica sull’inopportunità di installare antiestetici cassonetti per la nettezza urbana in zone cittadine di pregio architettonico e artistico. Tra le spiegazioni che adduce circa il suo repentino abbandono dell’incarico pubblico ricordiamo quella più singolare per “eccesso di cene ufficiali”.

Nel 1997 pubblica “Antistoria degli italiani – Da Romolo a Giovanni Paolo II” (Mondadori).

 All’inizio del mese di aprile del 2004 Giordano Bruno Guerri assume la direzione de “L’Indipendente”. Guerri fa notare subito la propria linea di direzione del quotidiano, pubblicando in prima pagina un aforisma del poeta americano John Giorno: “Nessun cazzo è duro come la vita”; viene sostituito nel febbraio del 2005 da Gennaro Malgieri, già direttore del Secolo d’Italia.

 Da anni Giordano Bruno Guerri collabora con “Il Giornale” come opinionista. Dal marzo 2003 al 2007 ricopre la carica di presidente della Fondazione “Ugo Bordoni”, istituto di Alta Cultura. Tiene regolarmente corsi di Storia Contemporanea alla facoltà di Scienze Politiche delle Università di Salerno, Ginevra, Madrid, presso la Columbia University di New York e Rio de Janeiro, città quest’ultima dove ogni agosto, da anni, tiene lezioni agli studenti che scelgono l’italiano come lingua straniera. Giordano Bruno Guerri insegna inoltre Storia Contemporanea all’Università Guglielmo Marconi di Roma.

Dal 2004 è presidente del ForumTal, che si occupa di Trattamento Automatico del Linguaggio, ovvero come insegnare alle macchine a parlare e scrivere in italiano. Dall’ottobre del 2008 è presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani, la casa di Gabriele D’Annunzio a Gardone Riviera, cui ha ridato slancio con nuove creazioni museali e l’acquisizione di importanti documenti.

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

CHIETI MOSTRA LIBRI 2012 – II EDIZIONE DAL 6 AL 9 SETTEMBRE


Torna Chieti Mostra Libri, con una seconda edizione nutrita da tanti ospiti illustri, incontri, letture, spettacoli e musica.

Dal 6 al 9 Settembre a Chieti, a partire dalle ore 17.30 all’interno dell’incantevole Palazzo De’ Mayo, gentilmente messo a disposizione dalla Fondazione Carichieti, sponsor dell’iniziativa, saranno presenti scrittori, poeti e studiosi di assoluto valore: Gabriella Sica, Milo De Angelis, Aurelio Picca, Arnaldo Colasanti, Paolo Lagazzi, Giordano Bruno Guerri e molti altri.

Per l’occasione sarà inscenato nel Giardino di Palazzo De’ Mayo un reading inedito di testi shakespeariani a cura del Maestro Fabio D’Orazio, “Shakespeare in love”.

Gli Autori redigeranno appositamente per il festival una pagina sul tema “Come salvare l’Italia”, un divertissemnt letterario, ma non solo: come gli artisti si pongono di fronte alla crisi?

Per info e contatti scrivere a: stampa@noubs.it

Organizzazione: Associazione culturale AbruzziAMOci

Direttore artistico: Massimo Pamio

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , ,

TORNA “CHIETI MOSTRA LIBRI” DAL 6 AL 9 SETTEMBRE!


Torna CHIETI MOSTRA LIBRI, il festival teatino dedicato ai libri, con una seconda edizione di assoluta qualità, a cura dell’Associazione Culturale Abruzziamoci, direttore artistico Massimo Pamio: dal 6 al 9 Settembre 2012 ospiti gli scrittori Milo De Angelis, Gabriella Sica, Arnaldo Colasanti, Giordano Bruno Guerri, Paolo Lagazzi, Giovanni Di Iacovo, Giovanni D’Alessandro, Marco Tornar, Vito Moretti, Ugo Perolino, Luisa Gasbarri,  Angela Capobianchi, Simone Gambacorta, Grazia Di Lisio, Roberto Melchiorre e tanti tanti altri… A breve comunicato stampa e tutte le specifiche di un evento culturale d’eccezione.

per info scrivere a stampa@noubs.it

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , ,

L’APOCALISSE E LA LUCE DI GIORGIO DE CHIRICO A CHIETI


Segnaliamo la mostra “Giorgio de Chirico. L’Apocalisse e la luce” a cura di Giovanni Gazzaneo ed Elena Pontiggia, un progetto di Crocevia, Fondazione Alfredo e Teresita Paglione in collaborazione con la Fondazione Giorgio e Isa De Chirico e realizzato dalla  Fondazione Carichieti che si tiene nelle sale di Palazzo de’ Mayo dal 28 aprile al 15 luglio 2012 a Chieti, in Corso Marrucino, 121. Molto curato l’allestimento, che riesce a valorizzare in pieno e con intelligenza il percorso dell’artista, vera e propria “operetta morale” in cui l’artista dialoga con la sua lunga storia creativa.

Una mostra in cui il mito prevale sul sacro, in cui la straordinaria sensibilità di De Chirico si sovrappone perfino al divino, sostituendone ogni tradizionale rappresentazione iconica in favore di un’interpretazione personalissima, che è quella di un sogno pagano venato di ironia, di meraviglia, di scetticismo.

Orari della mostra: martedì-domenica 10.00 – 13.00; sabato e domenica anche apertura pomeridiana ore 16.00 – 20.00.

Dal 1° luglio orario estivo: martedì-domenica 19.00 – 23.00.
Gli orari potrebbero subire variazioni, verificare al numero +39 0871 568206 – +39 0871 359801
Giorno di chiusura: Lunedì; Visite guidate su appuntamento.
Ingresso libero

 

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

RETABLI DI MARILIA BONINCONTRO


Marilia Bonincontro ha il dono dell’assenza: sistematica, ostinata, orgogliosa.

Un dono tanto prezioso ché le sue delicate apparizioni, i suoi slanci di presenza hanno tutto il gusto di capovolgere il mondo ed aprirlo alla festa del colloquio, mai banale mai scontato, alla festa della mente.

Noi Abruzzesi abbiamo una Cristina Campo nostrana e non lo sappiamo.

Non lo sappiamo proprio a causa di questa sua volontà di essere sempre assente. Ma è lì, con una magia di montaliana memoria, che si invera l’incanto di Marilia: grazie a questa assenza la Bonincontri passa la sua vita tra i libri, in un’architettura fatta di carta, immagine e somiglianza del magnifico edificio della sua mente.

Oggi vi doniamo tre poesie tratte da Retabli, Noubs 2006 (link per catalogo), nella speranza che la magia di cui vi parliamo catturi anche voi.

MARILIA BONINCONTRO

Retablo di Paul Celan
Ancora martella –
la parola – nel nudo
cratere di cenere.
Ancora incalza
l’invito dell’Ombra –
sprich auch du –
il coro dei morti
dalla terra bruciata.

Retablo di Cristina Campo
Da San Michele in Bosco
all’Aventino – infanzia
e addio. Icona
 dell’Altrove – fiaba
e mistero – e lievi mani
d’angelo bizantino.

Retablo di Greta Garbo
Come Piccarda – luce
nella luce svanita –
così Anna – Mata –
Greta – uscita
dallo specchio – Cristina
infinita – vi ritorna.

Marilia Bonincontro è nata e vive in Abruzzo, dove è stata insegnante. Ha pubblicato, raffinata esteta, numerosi testi di poesia, spesso pensati come libri-oggetto preziosi, realizzati con artisti, ed inoltre saggi e traduzioni. Le poesie qui riporate sono tratte da Retabli, Noubs, 2006.

Contrassegnato da tag , , , , ,

QUADRO METAFISICO II, una poesia del carissimo FRANCESCO IENGO


Una figura come quella di Francesco Iengo raramente è di passaggio sulla Terra, ma quando accade il cuore di chi tocca si scioglie in pura gratitudine.

Considerato che l’anno 2012 bisogna iniziarlo necessariamente bene, dati i tempi, oggi vi doniamo molta poesia: che il suo occulto mantra possa aiutarci?

A voi la lettura, a voi il giudizio…

FRANCESCO IENGO
Quadro metafisico II

Quando chi ci sovrasta ode gli astanti
ostare ad alte grida ad ogni arresto
e detestare ogni constatazione
di colpa, sosta un attimo finché
insofferente di restare inerte
uccide tutti e seguita in eterno
a stare.

Se continua così, sottostaremo
sempre più a sottoposti, resteremo
riposti, arresteremo posizioni
ostative (magari sovrapponendo
astanze ad opposizioni), ed infine
sovrasteremo a deposti cui consta
che apporre stia al detestare, ahimé, come
comporre al nulla. Emaneremo istanze.

Francesco Iengo, nato a Udine nel 1938, morto a Chieti nel 2000, docente tra i più amati dell’Università di Chieti, ha pubblicato numerosi saggi in volume e anche poesie, tra cui queste tratte da Variazioni Goldberg 1995-1996, Noubs.

Contrassegnato da tag , , , , ,
Emergenza Cultura

In difesa dell'articolo 9

Pensieri Sparsi

Sono molto di più di quello che scrivo. Sono tutto quello che cancello.

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

Elisabetta P.

Creative storyteller

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

solovignette.it

Quotidiano di satira illustrata

Anna&H

sono approdata qui

Linguaggio del corpo

Bodylanguage & PNL

And Other Poems

New poems to read every week.

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio. ✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Quelli con la gonna che strascica un po' per terra, gonfiata sul di dietro dalla tournure? Quelli con i corsetti strettissimi e i colletti alti che solleticano il collo? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

Edilio Ciclostile

I buzz into your head

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

lamentesepolta

0, 1, 2, ecc. - si.tormento@gmail.com

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

miglieruolo

La vita è sogno

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: