Archivi tag: l’unità

L’epoca dello smantellamento di John Berger


–> 

Riportiamo una parte del testo di John Berger oggi apparsa su “L’Unità”, tratta dal saggio di John Berger, “Contro i nuovi tiranni”, curato da Maria Nadotti per Neri Pozza, novità da non perdere in libreria (p. 249, euro 14,90).

 

(…) La retorica dei leader attuali non serve a costruire e neppure a conservare. Il suo scopo è smantellare. Smantellare quel che si è ereditato dal passato, sul piano sociale, economico ed etico ed in particolare tutte le associazioni, le norme e i meccanismi che esprimono solidarietà.

 

La Fine della storia, slogan multinazionale globale, non è una profezia, bensì un ordine: spazzar via dappertutto il passato e ciò che esso ha lasciato in eredità. Il mercato esige che consumatori e dipendenti siano assolutamente soli al presente.

 

Nessun elettorato è ancora disposto a accettare uno smantellamento simile. Per una semplice ragione. Andare a votare, che le elezioni siano manipolate o libere, è un modo per raccogliere i ricordi a sostegno della proposta di un programma per il futuro (…).

 

Di conseguenza lo smantellamento deve avvenire in modo mascherato e occulto. Ed è questo, oggi, il primo compito dei leader politici. Anche il loro ruolo è ovviamnte in via di smantellamento. Essi, però, hanno già scelto di esercitare, godere e sfruttare i propri pur ridotti poteri piuttosto che affrontare una verità globale (…). 

 

Per loro la politica è una finzione. E sebbene si rivolgano a milioni di persone dovremmo altresì notare quanto le loro argomentazioni siano ormai isolate e assurde. 

 

 

 John Berger, nato a Londra nel 1926 e da oltre trent’anni residente in un piccolo villaggio delle Alpi francesi, è noto in tutto il mondo come critico d’arte, poeta, giornalista, narratore, sceneggiatore cinematografico, autore teatrale e disegnatore. Tra i suoi libri di narrativa tradotti in italiano, ricordiamo Qui, dove ci incontriamo (Bollati Boringhieri, 2005), Una volta in Europa e Lillà e Bandiera (Bollati Boringhieri, 2003 e 2006), Festa di nozze (Il Saggiatore, 1996), Ritratto di un pittore (Bompiani, 1961). Tra le altre opere: Modi di vedere (Bollati Boringhieri, 2004), Questione di sguardi (Il Saggiatore, 1998) e Sul guardare (Bruno Mondadori, 2003), Presentarsi all’appuntamento (Scheiwiller, 2010).

 

john_b

 

English: British writer John Berger Français :...

English: British writer John Berger Français : Conversation avec John Berger dans une librairie de Strasbourg (Photo credit: Wikipedia)

 

Contrassegnato da tag , , , ,

ANCHE FRUTTERO CI HA LASCIATI…


È morto Carlo Fruttero, “altra metà dello storico marchio creato con Lucentini”. Avevano insieme fondato la collana “Urania”. Numerosi i romanzi al loro attivo. Enzo Verrengia, ne l’Unità di ieri, rimarca come il loro humour non era ben compreso nel nostro Paese. Fruttero e Lucentini affermarono che la fantascienza italiana non era credibile perché non ci si immaginava un disco volante sul cielo di Lucca. Parole che furono contestate allora, ma che oggi risuonano molto divertenti e sferzanti, come le notazioni di Flaiano o di Longanesi sul provincialismo culturale. Per comprendere meglio, ecco qualche frase di Fruttero in cui elenca, per la trasmissione “Vieni via con me” di Fazio e Saviano, i vantaggi della vecchiaia: “Un vecchio è il solo ad avere i titoli per parlar male della sua età”. “Mi fanno ridere questi precari. E io allora, che sono più di là che di qua?” “Il piacere di essere coinvolto anche televisivamente in ogni mutamento climatico. Ondata di caldo: non mancano mai di metterti tra  i cittadini ‘a rischio’. Ondata di freddo: stessa identica cosa. Sei qualcuno, finalmente!” “Un vecchio può continuare a fumare tranquillamente. Ormai tutti i suoi terapeuti concordano nel dire che smettere sarebbe peggio”.“Avere il diritto inalienabile di ignorare che cosa sia la ‘banda larga’”.

http://www.satisfiction.me/laddio-de-lunita-a-carlo-fruttero/

ENZO VERRENGIA

Contrassegnato da tag , , ,
FreeWords Magazine

dove il pensiero diventa parola

cuoreruotante

Le cose belle hanno il passo lento

i feel betta

Meals & Smiles

pagine che amo

Just another WordPress.com weblog

Poeti d'Abruzzo

Focus Po-etico sul territorio abruzzese

from the morning

le passioni infernali mai conosciute prendono fuoco nella casa vicina.

Poetella's Blog

"questo sol m'arde e questo m'innamora"- Michelangelo

Anna&H

sono approdata qui

And Other Poems

Poetry website 2012 - 2018

filmcritica rivista

cinema filosofia inconscio lingua polis scrittura

Gio.✎

Avete presente quegli scomodi abiti vittoriani? Ecco. Io non vorrei indossare altro.

AnItalianGirl

Sii chi vuoi, ma se sei te stesso è meglio!

Edilio Ciclostile

buzzing head

operaidelleditoriaunitevi

Just another WordPress.com site

lagunaweblog

La narrativa è la più esigente delle fidanzate

Nel vento...

Pensieri e dintorni

L'Inconfessabile

ciò che non si può dire lo scrivo

Cristina Khay Blog

La Vita e' un Fiore*

Parole Inconsistenti

Appunti di scrittura di Luca Romano

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il Blog si sbriciola facilmente

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: